Il nuovo brand Rosso di Sicilia di Giuseppe Rosso

Un brand che sa raccontare una storia. La storia è quella di una famiglia, la famiglia Rosso, che nei primi dell’ottocento faceva economia dalle terre del chiaramontano, e che ritorna a produrre ricchezza proprio trasformando i frutti della nostra terra ed esportando un modello di qualità, un’eccellenza del territorio. Da qui nasce la storia da raccontare, giocando proprio sul nome, per mostrare l’isola bella e fantastica della Sicilia. Resta forte il mito della tradizione, intesa come spazio di spontaneità e di capacità esplorativa della tradizione enograstronomica, che oggi è diventata percorso di attrazione culturale e turistica. Pertanto la tradizione culinaria di Giuseppe e Rita Rosso, si coniuga perfettamente con l’innovazione turistica della nostra provincia che ha bisogno di ambasciatori autentici del gusto e dei saporti della terra iblea.
“Le Antiche Conserve di Sicilia” ama dire Giuseppe Rosso il padrino di questa famiglia, “Sono state sempre caratterizzate dalla ricerca continua della qualità, perché la tradizione non è fondata sul tentativo di mantenere inalterati il gusto e i sapori tipici della nostra terra, ma sulla capacità di dare sempre una volto nuovo ed attuale al prodotto naturale, privo di conservanti, e ricettato con ingrediente genuini e soprattutto veri. In un mondo di “prodotti perfetti” siamo molto lieti ed orgogliosi di produrre cose che mostrano alcuni piccoli difetti, che tuttavia denotano proprio la naturalezza del prodotto, la sua artigianalità. Siamo molto lontani dalle salsine di plastica, dal colore perfetto e tutte incollate e perfettine: noi facciamo ancora salsa all’uso antico e senza alcun conservante o addensante.”
Ecco dunque il brand ROSSO DI SICILIA che costituisce un punto di partenza e non certo un punto di arrivo, un vestito nuovo per andare a conquistare nuovi mercati: “Probabilmente non siamo stati bravi nel marketing come lo siamo stati nel realizzare prodotti eccellenti,- dichiara Giuseppe Rosso – ma la cosa che ci interessava di più era quella di lasciare un ricordo indelebile al consumatore per la straordinaria qualità del delle nostre conserve. Su questo credo che siamo riusciti a raggiungere l’obiettivo. Adesso stiamo imparando a vestirci bene per andare alla festa!”.